• Studio Mariani Borsani

Se sei un condomino e hai sostenuto spese urgenti, ti spetta il diritto al rimborso!

Spesso accade che in un condominio ci siano dei problemi: pensate per esempio a giornate molto ventose, capita spesso che il tetto del condominio o altre parti comuni subiscano dei danni.

In queste situazione non è raro che uno dei condomini si presti in tutta urgenza a sostenere - da solo - le spese per riparare l'immobile.

Ma se poi il condominio decide di non rimborsare quanto ha speso, avrà sempre diritto costui di ottenere il rimborso?

Altrimenti, potreste pensare che oltre al danno vi sia pure la beffa, nel senso che tutte le spese sostenute non potranno essere rimborsate...



Ebbene, esiste un principio chiaro per capire se si avrà il diritto al rimborso, che viene chiarito non solo dal nostro codice civile, ma anche da molti che approdano in Tribunale.

Una recente sentenza, infatti, spiega che «ai fini dell'applicabilità dell'art. 1134 c.c., per il quale il condomino che ha fatto spese per le cose comuni senza autorizzazione dell'amministratore o dell'assemblea, non ha diritto di rimborso, salvo che si tratti di spesa urgente, va considerata “urgente” la spesa la cui erogazione non può essere differita, senza danno o pericolo, fino a quando l'amministratore o l'assemblea dei condomini possano utilmente provvedere.

La prova dell'indifferibilità della spesa incombe sul condomino che chiede il rimborso, il quale deve dimostrare, a tal fine, la sussistenza delle condizioni che imponevano di provvedere senza ritardo e che impedivano di avvertire tempestivamente l'amministratore o gli altri condomini» (Cass. n. 33158/2019).

Quindi prima di affrontare una spesa, cercate di verificare che questa non possa essere differita, altrimenti rischiate di sborsare denaro per tutti gli altri condomini, ottenendo poi solo tanti ringraziamenti ma.. nessun rimborso!


2 visualizzazioni0 commenti