BLOG

diritto controllo soci

La tutela degli interessi dei soci: il diritto di controllo

21 Mar 2018, by Luca Borsani in Area Finanziaria e aziendale, Area legale, Diritto civile, Diritto commerciale

Diritto di controllo dei soci di S.r.L. 

Il diritto di controllo dei soci è disciplinato dall’art. 2476 c.c. La norma riconosce, a favore dei soci non amministratori, un generico potere di verifica sui libri contabili e sugli affari della società.

Tale controllo potrà essere effettuato dai soci attraverso una duplice modalità

  • Richiesta di informazioni
  • Consultazione dei libri contabili

Il socio potrà richiedere notizie sullo svolgimento degli affari societari, in qualsiasi momento e senza alcuna formalità. La mancanza di una precisazione sull’esercizio di tale diritto, comporta un’assenza di limite temporale entro il quale inoltrare richiesta ed una libertà di scelta della forma attraverso la quale viene effettuata. Sarà dunque legittima sia una richiesta a mezzo mail, sia una domanda a mezzo raccomandata a/r o pec. In capo agli amministratori della società vi sarà il dovere di fornire quanto preteso, senza tuttavia implicare un generico obbligo di informazione preventivo e non correlato ad alcuna richiesta specifica. Gli amministratori potranno rifiutarsi di adempiere qualora la richiesta sia palesemente motivata da fini emulativi, dilatori e ostruzionistici, o abbia ad oggetto circostanze sulle quali vi sia già stata risposta, oppure abbia il solo scopo di ostacolare l’attività sociale.

Il diritto di consultazione dei libri contabili, riguarda la possibilità di visionare i documenti societari obbligatori e quelli relativi alla gestione. Il socio potrà esercitarlo direttamente o per mezzo di un professionista di fiducia da lui incaricato. Vale il medesimo principio espresso prima sul dovere di adempimento degli amministratori.

Il rifiuto ingiustificato da parte degli amministratori alla richiesta di informazioni e documenti costituisce illecito. Il socio potrà quindi esperire azione di responsabilità ed eventualmente richiedere provvedimento urgente di revoca.

La ratio della previsione di cui all’art. 2476 c.c. si rinviene nella tutela del socio di minoranza, che non abbia funzioni amministrative, di verificare l’andamento della società. Le notizie acquisite grazie all’esercizio del diritto di controllo sono fondamentali per guidare il socio in decisioni quali la votazione durante le assemblee, eventuali impugnazioni delle delibere, valutare la possibilità di agire nei confronti degli amministratori inadempienti e stabilire un potenziale recesso.

A seguire il video dell’Avv. Luca Borsani, in cui si esamina la questione relativa al diritto di controllo dei soci di srl.

Articolo redatto con la collaborazione della Dott.ssa Chiara Servidio

 

 

La tutela degli interessi dei soci: il diritto di controllo

by Luca Borsani time to read: 2 min
0