BLOG

droni

Droni: la regolamentazione

19 Set 2018, by Luca Borsani in Area legale

Droni: la regolamentazione

I droni, o ereomobili a pilotaggio remoto (APR), sono degli apparecchi che sorvolano gli spazi aerei, nei quali circolano gli aereomobili. Proprio tale circostanza ha reso necessaria l’emanazione di linee guida che regolassero l’utilizzo di tali mezzi. Il Parlamento Europeo e il Consiglio Europeo hanno emanato il Regolamento UE 2018/1139, il primo di una lunga serie di futuri interventi, la cosiddetta road map, che porteranno all’adozione di un regolamento unico europeo ad opera della Commissione Europea.

Vi è innanzitutto da specificare che la normativa in esame è applicabile ad ogni tipologia di drone, indipendentemente dal peso, ricomprendendo quindi anche quelli inferiori a 150 kg, di competenza nazionale.

La regolamentazione prende in considerazione il possibile pericolo che l’utilizzo dei droni possa determinare per la riservatezza, la sicurezza, la protezione dei dati personali, la security o l’ambiente.

Per quanto attiene alla sicurezza, il peso del drone è considerato paramentro necessario per l’adozione di particolari misure tecniche, come ad esempio la funzione detect and avoid, che prevede la protezione da interferenze elettroniche. Il regolamento prevede inoltre l’adozione di un adeguato sistema di gestione e l’obbligo di una formazione adeguata per gli operatori.

Per quanro attiene invece al principio di riservatezza e tutela della privacy, viene previsto un sistema di immatricolazione nazionale digitale dei droni, facilmente accessibile, dove verranno conservati i dati di base riguardanti gli aeromobili senza equipaggio e relativi operatori immatricolati.

Gli stessi operatori dei droni hanno l’obbligo di registrarsi in specifici elenchi nazionali qualora si tratti di aeromobili senza equipaggio che in caso di impatto possano trasferire energia cinetica oltre 80 joule o nel caso in cui utilizzo provochi rischi per la riservatezza e per il trattamento dei dati personali.

Il regolamento in esame viene comunque emanato in ottica flessibile, nel rispetto del principio di proporzionalità, consentedo agli Stati Membri di definire alcuni parametri fondamentali.

Articolo redatto con la collaborazione della Dott.ssa Chiara Servidio

 

 

Droni: la regolamentazione

by Luca Borsani time to read: 1 min
0